Blog: http://bottomline.ilcannocchiale.it

La ricchezza deve essere creata

Ogni qualvolta fra gli uomini appaiono dei distruttori, cominciano prima di tutto a distruggere il denaro, perché il denaro é la protezione degli uomini e la base di un'esistenza morale. I distruttori si impossessano dell'oro, dando in cambio un mucchio di carta. Questo uccide tutti i principi obbiettivi e consegna gli uomini al potere arbitrario, un arbitrario giudice dei valori. L'oro era un valore oggettivo, un equivalente della ricchezza prodotta. La carta é un'ipoteca su una ricchezza che non esiste, appoggiata da un fucile puntato su coloro che devono produrre. La carta é un assegno rilasciato dai pescecani legali su un conto che non é il loro: sulle virtù delle vittime. Attenti al giorno in cui l'assegno vi sarà rimandato indietro con sopra scritto: "Per mancanza di fondi".

Quando avrete fatto del male un mezzo per sopravvivere, non vi aspettate che gli uomni rimangano buoni. Non vi aspettate che rimangano morali per far cuscino agli immorali. Non vi aspettate che producano, quando la produzione viene punita e il ladrocinio ricompensato. Non chiedetevi: "Chi distrugge il mondo?" Siete voi.

Siete in mezzo alle più grandi conquiste della più grande civiltà produttiva e vi chiedete perché vi cade a pezzi intorno, mentre condannate la sua linfa vitale... il denaro. Considerate il denaro come lo consideravano i selvaggi prima di voi, e vi chiedete perchè la giungla sta man mano inghiottendo le vostre città. Nella storia dell'uomo, il denaro è sempre stato rubato da pescecani di un tipo o dell'altro, i cui nomi cambiavano, ma i metodi rimanevano gli stessi: impossessarsi della ricchezza con la forza e tenere i produttori legati, diffamati, oppressi, privati dell'onore.
Quella frase sul male del denaro, che pronunciate con tanta virtuosa indifferenza, proviene da un'epoca in cui il denaro veniva prodotto dal lavoro degli schiavi... schiavi che continuavano a ripeterla, dopo che fu scoperta dalla mente di qualcuno, e rimasta così per secoli. Finché la produzione veniva regolata dalla forza e la ricchezza veniva conquistata con la violenza, poteva andar bene.

Però, attraverso secoli di miseria e di fame, gli uomini hanno continuato a esaltare i pescecani, a considerarli aristocratici della spada, aristocratici per nascita, aristocratici della burocrazia,e a disprezzare i produttori, a considerarli schivi, commercianti.... e industriali.

Per la gloria dell'umanità,c'é stata, per la prima e ultima volta nella storia, una nazione del denaro...  e non trovo miglior tributo da offrire all'America, perché questo significa: una nazione di ragione, di giustizia, di libertà, di produzione, di conquista. Per la prima volta, la mente dell'uomo e il denaro furono liberati e non esistevano più fortune-per-conquista, ma fortune-per lavoro,  e al posto degli uomini con la spada in  mano apparvero i reali costruttori del benessere, i più grandi lavoratori, gli esseri umani più evoluti.... gli uomini fatti da sè.. gli industriali americani.
Se mi chiedete di nominare la più orgogliosa  distinzione degli americani sceglierei.... perché contiene tutte le altre...  il fatto che sono stati loro a creare la frase "far soldi". Nessun altro popolo e nessun'altra nazione aveva mai usato prima queste parole; gli uomini avevano sempre pensato alla ricchezza come a una quantità statica... da ereditare, chiedere, rubare, dividere o ottenere come un favore. Gli americani sono stati i primi a capire che la ricchezza deve essere creata. Le parole "far soldi" contengono l'essenza della moralità umana.


Eppure queste furono le parole per le quali gli americani furono condannati dalla cultura dei continenti dei pescecani. Ora il credo dei pescecani vi ha convinti a considerare le vostre più grandi conquiste come un marchio di infamia, la vostra prosperità come una colpa, gli industriali come delinquenti, e le vostre meravigliose fabbriche con il prodotto e la proprietà di un lavoro muscolare, il lavoro di schiavi, frustati come quelli delle piramidi d'Egitto. Il farabutto che dice di non vedere alcuna differenza fra il potere del dollaro e quello della frusta, dovrebbe imparare la differenza sulla sua stessa schiena..... come penso che avverrà.

Finché e a meno che non scoprirete che il denaro é alla radice di ogni bene, sarete voi stessi gli artefici della vostra rovina. Quando il denaro finirà di essere il mezzo di scambio fra gli uomini, allora gli uomini diverranno gli schiavi degli uomini. Sangue, fruste e fucili..... o dollari. Fate la vostra scelta.... non c'è n'é altra... è giunto il momento. (Corbaccio editore)

Pubblicato il 27/12/2009 alle 8.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web